SMAGLIATURE

 

SMAGLITURE: LE ELIMINIAMO CON L’UNICA TECNICA EFFICACE … “LA  BIODERMOGENESI” 

Tanto odiate e fino a poco tempo fà difficili da trattare, le smagiature attualmente vengono efficacemente contrastate e spesso totalmente eliminate dalla BIODERMOGENESI.

Biodermogenesi: 3.000 casi documentati

25.000 trattamenti eseguiti su oltre 3000 pazienti nelle cliniche dermatologiche delle Università di Pisa e Pavia, confermano quanto detto. Altro grossissimo vantaggio di BIODERMOGENESI è che questo trattamento riduce in modo  evidente e contemporaneo alle smagliature anche cellulite e rilassamento cutaneo. 

BIODERMOGENESI E’ UNO DEI TRATTAMENTI DI PUNTA DEL NOSTRO CENTRO

Cosa sono le smagliature?

Le smagliature o striae distensae, sono delle cicatrici che si presentano sulla pelle e sono dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma.

Persistenti e difficili da eliminare fino a poco tempo fà, presentano una colorazione diversa in dipendenza dello stadio evolutivo in cui si trovano.

All’inizio sono di aspetto rossastro, ma si attenuano con il tempo, diventando bianche e lucide. Si presentano singole o accoppiate, di lunghezza e larghezza vatiabile. 

Le zone più colpite sono: cosce, glutei,seno, addome e fianchi.La loro presenza si può manifestare in epoche diverse della vita e per varie cause: gravidanza, predisposizione genetica, alimentazione errata, perdita di peso e altro ancora.

Se non agisci subito, le prime smagliature, in circa 2 anni, da rosse diventano bianche e le smagliature bianche ti accompagneranno per sempre.  

Altre tecniche per eliminare le smagliature 

Tra le varie proposte, oltre alla Biodermogenesi, 4 sono i trattamenti medico-estetici utilizzati nel nostro centro.  :

  1. Laser
  2. Microdermoabrasione
  3. Skin Needling
  4. PRP (Platelet Rich Plasma)

Anche se preferiamo la BIODERMOGENESI per l’assenza di effetti collaterali, la stabilità ed evidenza dei risultati, vediamo nello specifico come funziona ogni singolo trattamento per le smagliature. 

Tutti sono focalizzati sul favorire la sintesi di collagene, partendo da un “danno”.

Laser

L’utilizzo del Laser è uno dei trattamenti più diffusi per elimiare le smagliature.Tutti i laser causano danno termico tramite l’emissione di raggi a diversa intensità che vanno a danneggiare la cellula cutanea. Si favorisce così la sintesi di componenti strutturali della pelle, in particolare il collagene, l’elastina o la melanina. L’inconveniente dei trattamenti laser è che risultano dolorosi, determinano ecchimosi guaribili dopo 10-20 giorni, ma soprattutto i risultati sono scarsi

Microdermoabrasione o peeling meccanico

La microdermoabrasione  sfrutta l’effetto peeling. I cristalli di alluminio utilizzati, sfregano la smagliatura e causano un’abrasione che conseguentemente attiva i processi di riparazione cellulare e l’aumento della produzione di collagene.

Skin needling: produce collagene “pungendo” la pelle.

In pratica, attiva i processi di rigenerazione cutaneo danneggiando la pelle con aghi microscopici. Le micro-punture localizzate sulla smagliatura  deteriorano gli strati papillari del derma favorendo la sintesi di collagene ed elastina. Tale trattamento è doloroso e determina un eritema nella zona trattata come effetto collaterale.

PRP: le piastrine per rigenerare la cute smagliata

PRP è la sigla di Platelet Rich Plasm o plasma arricchito di piastrine. Vengono eseguite delle micro-iniezioni sulla smagliatura a base di un gel ottenuto dal sangue prelevato dal paziente e sottoposto a centrifugazione per isolarne i fattori di crescita.I fattori di crescita favoriscono la proliferazione cellulare cutanea, la vascolarizzazione, la riparazione dei tessuti lesi e la sintesi di collagene. L’inconveniente principale è il numero di prelivi e la quantità di sangue necessaro considerato che le smagliture spesso interessano vaste zone del corpo. Il dolore e la formazione di lividi rappresentano un  effetto collaterale inevitabile.

ULTERIORI INFO: 0984 468520

 

Ultrasuoni Focalizzati

ULTRASUONI FOCALIZZATI: SONO EFFICACISSIMI PER RIDURRE CEDIMENTI DELLA PELLE DEL VISO E DEL CORPO E PICCOLI ACCUMULI DI GRASSO

L’invecchiamento della pelle è inevitabile ma gli ultrasuoni focalizzati lo rallentano! Associati con la biodermogenesi offrono risultati eccellenti.

Agiscono in modo per niente invasivo … senza aghi, zero anestesia e nessuna cicatrice restituendo tono e compattezza ad un viso non più giovane e ad  un aspetto più armonioso ad un corpo nel quale  tessuti rilassati e accumulo di grasso, hanno preso il sopravvento.

Perchè sono efficaci?

Gli ultrasuoni focalizzati arrivano dove radiofrequenza, luce pulsata e laser risultano inefficaci perchè riescono a penetrare più in profondità e con una maggiore temperatura..

Nei trattamenti di rigiovanimento viso/corpo l’obiettivo è il ritensionamento della pelle, ma affinchè ciò si verififichi è necessaria la produzione di nuovo collagene da parte del nostro corpo: produrre nuovo collagene è posssibile solo se quello presente viene raggiunto da una temperatura va oltre i 63°C… con le tecniche precedenti agli ultrasuoni è impossibile raggiungere il collagene con una tale temperatura senza ustionare la cute.
La radiofrequenza, infatti, si ferma a 45°C e consente una tensione dei tessuti che dura poco  tempo … Gli ultrasuoni focalizzati hanno la peculiarità di penetrate in profondità fino al collagene, ai muscoli ed il grasso con una temperatura di 70°C, ma senza rilasciare calore sulla pelle e quindi senza ustionare.

Gli Ultrasuoni focalizzati producono più calore senza ustionare

Gli ultrasuoni focalizzati, penetrando nei tessuti a 70°C creano zone di microcoagulazione e innescano un meccanismo per produrre nuovo collagene ricreando la tensione della pelle. Altro beneficio è la rottura delle cellule adipose (lipolisi) e distruzione degli accumuli di grasso. Trattamento molto efficace nel caso del doppio mento.

Lifting non chirurgico

Il lifting non chirurgico con Ultraformer viene eseguito in ambulatorio, non è doloroso, non prevede anestesia e non produce cicatrici . La seduta dura circa un’ora. Viene applicato un gel per ultrasuoni per favorire la diffusione e la penetrazione di questi ultimi nella pelle. Il medico estetico ha a disposizione 7 manipoli  e ognuno agisce ad una profondità diversa procedendo dal derma fino al tessuto adiposo: 1,5 – 2 – 3 – 4,5 – 6 – 9 e 13 mm sono le profondità di azione.

Protocolli

I protocolli prevedono da una a tre sedute, distanziate di 30-60 giorni. Non ci sono effetti collaterali, solo un lieve eritema che duracirca 30 minuti. Successivamente sarà necessaria una sessione di mantenimento ogni uno o due anni. È importante sottolineare che questo trattamento si può fare in ogni stagione e non c’è nessuna controindicazione per l’esposizione al sole.

I benefici sono pressoché immediati, ma il consolidamento del risultato finale lo si avrà dopo 60-70 giorni

Cosa si può ottenere con gli ultrasuoni focalizzati?

Con gli ultrasuoni focalizzati si può ringiovanire lo sguardo, rimodellare il contorno dell’ovale del viso, ridurre il doppio mento, ringiovanire il collo con la riduzione delle rughe e ottenere un decolleté più disteso e più “tirato”. Per quanto riguarda il corpo si può agire sulle braccia. sulla zona sopra il ginocchio e l’interno coscia oltre che sul rilassamento in genere della pelle.

Per completezza di informazione il lifting con gli ultrasuoni non sostituisce quello chirurgico. I migliori risultati si ottengono nei pazienti che hanno un modesto rilassamento dei tessuti ed è in grado di ritardare anche di diversi anni la necessità di fare una blefaroplastica o di passare al lifting con il bisturi. E’ indicato inoltre nei pazienti che mostrano diffidenza verso il lifting chirurgico sia per i tempi di recupero, che per una questione prettamente economica.

 

Rughe del viso: alimentazione consigliata

 


L’alimentazione è un aspetto da non sottovalutare, bisogna mangiare cibi sani e ricchi di proprietà benefiche:

 

 

Per migliorare la pelle e contrastare le rughe i cibi amici sono quelli che contengono selenio e rame.Il primo è un antiossidante naturale per eccellenza, mentre il rame è un ottimo alleato contro i radicali liberi.

 

ù

Arricchiamo quindi la nostra dieta con cibi quali  tonno, salmone, noci, uova, fagioli ,lenticchie e frutti di mare

 

 

Via libera a tutto ciò che contiene le vitamine A, C ed E, e di Omega 3 e 6. Inoltre, tra le erbe, il prezzemolo, il rosmarino e il timo.

 

 

Per idratare l’organismo bevete molta acqua al giorno, almeno un litro e mezzo.

 

SEGUICI… Nel prossimo post: Consigli utili contro le rughe del viso

 

Come ridurrere le rughe del viso: i rimedi naturali più efficaci

 


Idratazione  e nutrizione  sono la base di qualsiasi rimedio anti rughe perchè mantengono elastica la pelle e favoriscono il ricambio cellulare migliorandone l’aspetto.

Vediamo qualche impacco e maschera contro le rughe che possiamo preparare in pochi minuti:

 

 

  • Maschera con albume d’uovo, ½ cucchiaino di miele e 1 cucchiaino di latte in polvere. Si lascia in posa sul viso per circa 20- 25 minuti e si sciacqua con acqua tiepida;

 

  • Maschera anti age alla bava di lumaca: amalgamare 2 cucchiai di yogurt magro con 1 cucchiaio di miele e circa 10gocce di siero di bava di lumaca. Tenere in posa 30 minuti poi sciacquare il viso con acqua tiepida;

 

  • Maschera all’arancia: in questo caso si usa la polpa del frutto, per un pieno di vitamine. Schiacciatel’arancia fino  riducendola in poltiglia e applicatela sul viso deterso, lasciando in posa per 25 minuti. Sciacquare con acqua tiepida.

 

  • Maschera con tuorlo d’uovo, latte,  un po’ di panna o olio di mandorlae succo di limone : si tratta di una maschera molto nutriente che depura i pori della pelle. Va lasciata in posa per circa 20 minuti prima di risciacquare;

 

  • Massaggi con olio di oliva: l’olio di oliva ha proprietà emollienti e riparative, usarlo per massaggiare con costanza le rughette del contorno occhi aiuterà a non farle peggiorare;

 

  • Maschera alla mela: 40 g di polpa di mela grattugiata, 1 vasetto di yogurt e dell’argilla in polvere – quanta ne basta per ottenere una pasta morbida. Va stesa sul viso e lasciata seccare. Si toglie con acqua tiepida.

 

SEGUICI…Nel prossimo post: Rughe del viso alimentazione consigliata

Fili di trazione, una valida alternativa al bisturi

FILI DI BIOSTIMOLAZIONE E DI TRAZIONE

Per contrastare i cedimenti del volto o del corpo,negli ultimi anni si è sempre più affermato il ricorso a speciali suture e, attualmente, l’impiego dei fili di sospensione e biostimolazione è fra i trattamenti di medicina estetica antiage più richiesti.Il momento ideale per ricorrere a questo trattamento antiage è quello in cui si manifestano i primi segni di invecchiamento, con rughe sottili e minimi cedimenti cutanei.

Anche se l’uso delle suture intradermiche da utilizzare per la trazione ed il riposizionamento delle strutture del viso risale a molti anni fa,  i  primi esperimenti di “lifting” ambulatoriale con fili non diedero risultati ottimali, perché il modo in cui erano concepite queste prime suture ne consentiva un posizionamento piuttosto superficiale. L’effetto di stiramento della cute che era possibile ottenere non si rivelò abbastanza duraturo e spesso queste suture di sospensione restavano parzialmente visibili o erano soggette a spostarsi dal punto di inserimento.

Attualmente l’inserimento dei fili viene eseguito tramite procedure ambulatoriali rapide e sicure, che consentono ai pazienti l’immediata ripresa delle attività in quanto, sia i fili di  biostimolazione che di trazione, sono concepiti per un inserimento profondo ma delicato.

I fili di biostimolazione sono composti da sostanze che promuovono la formazione di nuovo collagene ed elastina, consentendo un miglioramento progressivo della compattezza e vitalità della pelle. Nei casi in cui vi siano rughe e cedimenti più accentuati è invece indispensabile ricorrere alla tecnica di sospensione, che determinano una  effettiva trazione della cute ed un migliore riposizionamento dei volumi del volto, che si mantiene stabile a lungo.

Attualmente sia i fili di biostimolazione che quelli di sospensione sono composti di materiali riassorbibili: PDO-Polidioxanone, Acido Glicolico, Acido Polilattico, Caprolactone e altri.  In entrambi i casi la tecnica di inserimento dei fili è ambulatoriale e avviene per mezzo di aghi particolari, ma solo l’inserimento dei fili di sospensione necessita di anestesia locale nei punti di introduzione. L’eventuale  comparsa sulla cute di lievi avvallamenti o piccole plicature, scompare nell’arco di tre/quattro giorni; lo stesso succede per eventuali piccole ecchimosi che si formano nei punti di introduzione… queste possono essere nascoste dal trucco.

Infine è utile ricordare che ci sono alcune tipologie di fili che sono state create per l’impiego su altri distretti corporei, come glutei, cosce e braccia.

Rimozione tatuaggi Cosenza

 

RIMOZIONE TATUAGGI

Prima degli anni 80, la rimozione dei  tatuaggi, veniva eseguita mediante l’abrasione della cute utilizzando del sale o delle frese, oppure tramite causticazione o elettrocoagulazione, con inevitabile produzione di cicatrici permanenti e incompleta rimozione del pigmento. Un’alternativa era rappresentata dall’asportazione chirurgica del tatuaggio. Negli anni ’80 è stato introdotto l’utilizzo di alcuni laser  che, a causa della scarsa selettività, producevano comunque cicatrici e rimozioni incomplete del pigmento.

Attualmente la rimozione dei tatuaggi viene eseguita con laser Q-switchati (laser Q-S), cioè strumenti che producono un impulso laser altamente selettivo per il pigmento, per cui è possibile rimuovere i tatuaggi, senza che si formino cicatrici. Tali impulsi distruggono i granuli di pigmento, spezzandoli in frammenti (da 10 a 100) più piccoli che nei giorni successivi al trattamento, vengono smaltiti nei liquidi corporei e/o da cellule migranti della pelle. Ripetuti trattamenti distanziati da un congruo periodo di tempo, consentono di ottenere la progressiva scomparsa del tatuaggio.

Il laser Neodimio-Yag Q switchato appartiene all’ultima generazione dei laser Q-S e consente di emettere, a scelta, raggi di 4 diverse lunghezze d’onda, ciascuna specifica per la rimozione di un colore diverso. Il raggio di lunghezza d’onda 1064 nm (nanometri) è specifico per i colori nero, marrone e blu scuro, il raggio da 532 nm per i colori rosso, arancione e viola, il 585 per l’azzurro e il 650 per il verde e il giallo.

Esecuzione

  • Anestesia locale mediante applicazione di crema anestetizzante sulla parte da trattare 30 minuti prima della seduta.
  • Durata del trattamento: dipende dalla superficie del tatuaggio da rimuovere. Una superficie quadrata di 20 cm di lato richiede una decina di minuti.
  • Procedura:
  • Il laser Q-S non cancella il tatuaggio come una gomma cancella il segno della matita, sono necessarie diverse sedute distanziate di circa 30 – 45 giorni.
  • Il numero delle sedute dipende da diversi fattori:
    • Il tipo di tatuaggio: i tatuaggi professionali sonosolitaamente più difficili da rimuovere a causa della maggior profondità del pigmento e della sua elevata densità.
    • Il colore del tatuaggio: il verde edil giallo sono i colori più difficili da rimuovere.
    • L’età del tatuaggio: i tatuaggi più vecchi sono più facili da eliminare rispetto a quelli più recenti.
  • Non è predicibile il numero di sedute necessarie  a rimuovere un tatuaggio. Nei casi più facili  variano da 2 a 4. In quelli più difficili fino ad 8 o 12 sedute.

Controindicazioni al trattamento

  • Pazienti con pelle scura: alto rischio di alterazioni della pigmentazione
  • Soggetti con riconosciuta tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee
  • Presenza di infezioni attive della pelle.
  • Stagioni calde e troppo soleggiate (primavera avanzata, estate)
  • Tatuaggi cosmetici(sopracciglia, labbra, areole, camouflage di cicatrici etc) di colore rosa-marron-arancio. Tali tatuaggi spesso contengono zinco ed ossido di titanio e se trattati con il laser Q-S si anneriscono drammaticamente.

Periodo post-trattamento

  • Fastidio o bruciore nelle prime 24 ore.
  • Formazione di croste e bollicine sulla pelle trattata nei primi 3-10 giorni.
  • Applicazione di unguenti antibiotici sulla parte trattata fino alla guarigione (3-10 giorni)
  • Per 15 giorni: rossore della pelle
  • Per 1 mese: evitare la diretta esposizione al sole ed alle temperature estreme della cute trattata.
  • Eritema persistente, discromie (ipo- o iperpigmentazione delle cute trattata): possono essere provocate, nel corso delle prime settimane successive al trattamento, dalla diretta esposizione al freddo eccessivo o ad eccessive fonti di calore e al sole troppo forte.

  • PER INFO E CONTATTI CI TROVI A RENDE:

    Piazza M.L. King scala T  Tel: 0984 468520
    ( piazza del METROPOLIS)

 

Hollywood peel… il trattamento delle dive

 

 

 

HOOLYWOOD PEEL… IL TRATTAMENTO DELLE DIVE

Impazza tra le dive ad Hollywood, lo eseguiamo nel nostro centro e… se non ami le punturine è la tecnica perfetta per te.

Hollywood peel o carbo peel, è un  innovativo trattamento che ringiovanisce la pelle combattendo i segni del tempo senza causare effetti collaterali. Non si utilizzano aghi o acidi, per cui la tecnica  è ideale per ottenere il ringiovanimento della pelle senza che si producano lividi, arrossamenti o intense esfoliazioni con conseguenti lunghi tempi di recupero, tipici dei classici peeling o dei  trattamenti laser più invasivi.

Gli effetti benefici si manifestano con un aumento del tono della pelle, una riduzione delle rughe sottili, delle macchie e delle cicatrici da acne. La pelle si sentirà e sembrerà più giovane. E’sufficiente un trattamento per notare un netto miglioramento, ma il risultato sarà più efficace ed evidente seguendo il protocollo completo. 

DURANTE IL TRATTAMENTO 

La prima fase consiste nell’applicare sulla cute del viso una crema al carbone,  riscaldando dolcemente la pelle tramite energia laser. Nella fase seguente si procede alla vaporizzazione della crema stessa, eliminando così le cellule morte di superficie. Il passaggio finale  prevede la stimolazione del connettivo tramite una appropriata lunghezza d’onda lel laser.

 

 

BENEFICI: 

  • Riduce o elimina le discromie della pelle, le rughe sottili, le macchie e le cicatrici da acne.
  • La pelle appare più omogenea
  • I risultati sono a lungo termine
  • Nessun tempo di inattività
  • Sicuro anche d?estate
  • Procedura confortevole
  • Breve tempo di trattamento

     

    PER INFO O CONTATTI:

    CENTRO LASER METROPOLIS

    Piazza M.L. King scala T  Tel: 0984 468520
    ( piazza del METROPOLIS)

 

Obesità: patologia del benessere. Dimagrimento rapido

Non riesci a perdere peso? Chiedi informazioni sul nostro metodo di  Dimagrimento Rapido.

Riuscirai a perdere il 7% del peso corporeo in 10 giorni e fino al 15% in 40… in pratica, da 100 a 85 kg., in 40 giorni.

PER INFO 0984 468520 – 338 6998919

 

Binge-eating

 

Rimozione tatuaggi

 

 

 

tatuaggio

Attualmente la rimozione dei tatuaggi  viene eseguita con il laser Q-switched, un’attrezzatura che produce impulsi di brevissima durata che distruggono i tatuaggi frammentando i granuli di pigmento, successivamente smaltiti dall’organismo.

Ripetuti trattamenti, distanziati tra loro di circa un mese, consentono di ottenere la progressiva scomparsa del tatuaggio. Non è predicibile il numero esatto di sedute necessarie a rimuoverli: nei casi più facili variano da 2 a 4, in quelli più difficili fino ad 8 o 12. L’emissione di impulsi di durata brevissima consente di evitare surriscaldamenti della pelle e quindi cicatrici.

Esecuzione del trattamento

L’esito dei trattamenti è inluenzato da diversi fattori:

-Tipo di tatuaggio: i tatuaggi professionali sono normalmente più difficili da rimuovere a causa della maggior profondità del pigmento e della sua elevata densità.

-Colore del tatuaggio: il verde e soprattutto il giallo, talora presenti nei tatuaggi multicolore, sono i colori più difficili da rimuovere.

-Età del tatuaggio: i tatuaggi più vecchi sono più facili da eliminare rispetto a quelli più recenti, perché il corpo ha già eliminato una parte del pigmento.

 

DOMANDE PIU’ FREQUENTI

Come si svolge il trattamento?

Si eseguono vari step: la prima fase prevede la disinfezione dell’area del tatuaggio e successivamente, la luce del laser viene indirizzata  nell’area della pelle dove si trova il tatuaggio. Il raggio agisce solo sui pigmenti colorati del tatuaggio senza interessare le zone circostanti. La sensazione che si avverte è quella di calore.

La rimozione è dolorosa?

… Non è un’operazione totalmente indolore, infatti può essere accompagnata da sensazioni di calore intenso o pungente. In ogni caso il dolore non è superiore a quello percepito durante l’esecuzione del disegno da parte del tatuatore. Per ridurre il dolore è possibile applicare prima della seduta una crema anestetica.

Cosa bisogna fare dopo ogni trattamento?

Subito dopo la seduta viene applicata  un unguento sulla zona interessata, ricoprendola con una garza. La zona  rimane arrossata per qualche tempo ed è  possibile la formazione di piccole crosticine che cadranno da sole in pochi giorni. La guarigione completa dipende dalla grandezza del tatuaggio e dalla reattività individuale. Nelle persone particolarmente sensibili il rossore può durare anche qualche settimana, mentre coloro che hanno una pelle più scura possono notare un leggero “scolorimento” della pelle tatuata, che migliorerà nel tempo. Se ci si espone al sole è necessario utilizzare una crema ad altissima protezione solare.

Il risultato è garantito al 100%?

I pazienti sono sempre molto soddisfatti, ma per prevedere in modo realistico quale sarà il risultato occorre considerare:

– quanto tempo prima è stato effettuato il tatuaggio; è bene che trascorrano almeno tre mesi dall’esecuzione del tatuaggio prima di iniziare a cancellarlo.

– i tatuaggi più vecchi si eliminano più velocemente.

– i tatuaggi eseguiti da dilettanti sono più semplici da rimuovere rispetto a quelli dei professionisti e alcuni colori si eliminano più velocemente di altri.

– alcuni colori, reagendo al trattamento del laser, si modificano dopo la prima seduta e vengono poi comunque eliminati nelle sedute successive. La rimozione non lascia aloni ed effetti cicatriziali. In ogni caso la guarigione dipende  dal tipo di tessuto del paziente e dalla reattività al trattamento del paziente stesso.

Quanto costa rimuovere un tatuaggio?

Dopo la prima visita e prima di iniziare il trattamento verrà effettuato un preventivo personalizzato del costo di ciascuna seduta; la definizione del numero di sedute sarà  indicativa, poiché dipenderà dal tipo di pigmento usato, dal livello di assorbimento dei tessuti e dal grado di reattività di ciascun paziente. I costi partono da 100 € a seduta, ma dipendono dalla estensione della zona datrattare.