Rimozione tatuaggi

Rimozione tatuaggi Cosenza

Prima degli anni 80, la rimozione dei  tatuaggi, veniva eseguita mediante l’abrasione della cute utilizzando del sale o delle frese, oppure tramite causticazione o elettrocoagulazione, con inevitabile produzione di cicatrici permanenti e incompleta rimozione del pigmento. Un’alternativa era rappresentata dall’asportazione chirurgica del tatuaggio. Negli anni ’80 è stato introdotto l’utilizzo di alcuni laser  che, a causa della scarsa selettività, producevano comunque cicatrici e rimozioni incomplete del pigmento.

Attualmente la rimozione dei tatuaggi viene eseguita con laser Q-switchati (laser Q-S), cioè strumenti che producono un impulso laser altamente selettivo per il pigmento, per cui è possibile rimuovere i tatuaggi, senza che si formino cicatrici. Tali impulsi distruggono i granuli di pigmento, spezzandoli in frammenti (da 10 a 100) più piccoli che nei giorni successivi al trattamento, vengono smaltiti nei liquidi corporei e/o da cellule migranti della pelle. Ripetuti trattamenti distanziati da un congruo periodo di tempo, consentono di ottenere la progressiva scomparsa del tatuaggio.

Il laser Neodimio-Yag Q switchato appartiene all’ultima generazione dei laser Q-S e consente di emettere, a scelta, raggi di 4 diverse lunghezze d’onda, ciascuna specifica per la rimozione di un colore diverso. Il raggio di lunghezza d’onda 1064 nm (nanometri) è specifico per i colori nero, marrone e blu scuro, il raggio da 532 nm per i colori rosso, arancione e viola, il 585 per l’azzurro e il 650 per il verde e il giallo.

Esecuzione

  • Anestesia locale mediante applicazione di crema anestetizzante sulla parte da trattare 30 minuti prima della seduta.
  • Durata del trattamento: dipende dalla superficie del tatuaggio da rimuovere. Una superficie quadrata di 20 cm di lato richiede una decina di minuti.
  • Procedura:
  • Il laser Q-S non cancella il tatuaggio come una gomma cancella il segno della matita, sono necessarie diverse sedute distanziate di circa 30 – 45 giorni.
  • Il numero delle sedute dipende da diversi fattori:
    • Il tipo di tatuaggio: i tatuaggi professionali sonosolitaamente più difficili da rimuovere a causa della maggior profondità del pigmento e della sua elevata densità.
    • Il colore del tatuaggio: il verde edil giallo sono i colori più difficili da rimuovere.
    • L’età del tatuaggio: i tatuaggi più vecchi sono più facili da eliminare rispetto a quelli più recenti.
  • Non è predicibile il numero di sedute necessarie  a rimuovere un tatuaggio. Nei casi più facili  variano da 2 a 4. In quelli più difficili fino ad 8 o 12 sedute.

Controindicazioni al trattamento

  • Pazienti con pelle scura: alto rischio di alterazioni della pigmentazione
  • Soggetti con riconosciuta tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee
  • Presenza di infezioni attive della pelle.
  • Stagioni calde e troppo soleggiate (primavera avanzata, estate)
  • Tatuaggi cosmetici(sopracciglia, labbra, areole, camouflage di cicatrici etc) di colore rosa-marron-arancio. Tali tatuaggi spesso contengono zinco ed ossido di titanio e se trattati con il laser Q-S si anneriscono drammaticamente.

Periodo post-trattamento

  • Fastidio o bruciore nelle prime 24 ore.
  • Formazione di croste e bollicine sulla pelle trattata nei primi 3-10 giorni.
  • Applicazione di unguenti antibiotici sulla parte trattata fino alla guarigione (3-10 giorni)
  • Per 15 giorni: rossore della pelle
  • Per 1 mese: evitare la diretta esposizione al sole ed alle temperature estreme della cute trattata.
  • Eritema persistente, discromie (ipo- o iperpigmentazione delle cute trattata): possono essere provocate, nel corso delle prime settimane successive al trattamento, dalla diretta esposizione al freddo eccessivo o ad eccessive fonti di calore e al sole troppo forte.
  • PER INFO E CONTATTI CI TROVI A RENDE:Piazza M.L. King scala T  Tel: 0984 468520
    ( piazza del METROPOLIS)

 

TRATTAMENTI ANTI CELLULITE

La cellulite è un inestetismo che colpisce tutte le donne. Combatterla è possibile, ma solo se si agisce sulle cause che l’hanno determinata.

Non esistono trattamenti rapidi e veloci e soprattutto non esistono creme miracolose.

Parti da questo concetto fondamentale: la cellulite è un’alterazione del microcircolo … non si combatte prima dell’estate, se si desidera sconfiggerla è necessario combatterla tutto l’anno. 

CELLULITE, UNA ALTERAZIONE DEL MICROCIRCOLO

E’ noto che la Cellulite è la conseguenza di una alterazione del microcircolo, e cioè la rete di piccoli vasi arteriosi, venosi e linfatici che attraversano il connettivo.
Se il microcircolo funziona male cominciano a manifestarsi i primi segni della ritenzione idrica. Si passa dal gonfiore alla buccia d’arancia e poi alla formazione dei noduli fibro-sclerotici. L’unico  modo per contrastare la cellulite è la riattivazione del microcircolo.

SCONFIGGI LA CELLULITE!

Sconfiggere la cellulite e migliorarne l’aspetto significa solo agire su due fattori: – RITENZIONE IDRICA – FIBROSI INTERCELLULARE 

La riduzione della ritenzione idrica si ottiene tramite l’infiltrazione di anidride carbonica.

L’anidride carbonica riduce la ritenzione idrica perchè riattiva il microcircolo : infiltrata nei tessuti, dilata i vasi già esistenti e determina la loro riapertura : la conseguenza è un aumento del flusso di sangue nei capillari che favorisce il drenaggio veno-linfatico.

Scopri le tecniche utilizzate nel nostro centro

Carbossiterapia
RadioFrequenza
Cavitazione
Mesoterapia

 

TRATTAMENTI SPECIFICI PER LE ADIPOSITA’ LOCALIZZATE

TRATTAMENTI SPECIFICI PER LE ADIPOSITA’ LOCALIZZATE

Parliamo in questo caso di particolari trattamenti che risultano insostituibili nelle forme più gravi, caratterizzate da una maggiore localizzazione della cellulite nella metà inferiore del corpo e soprattutto su cosce, glutei, fianchi e pancia.

In questi casi affidarsi a trattamenti riducenti di natura puramente estetica, porta a risultati scarsi o deludenti, mentre invece sono molto più indicati i trattamenti volti a riattivare il microcircolo ed il drenaggio linfatico, oltre che a distruggere le cellule adipose.

Buoni risultati possono essere ottenuti solo dalla sinergia di più trattamenti, in quanto l’azione combinata di più metodiche amplifica l’effetto di ogni singolo trattamento. Si inizia con una dieta specifica che si accompagna a lunghe passeggiate ed a cui si abbina, successivamente, un allenamento via via sempre più mirato.

Il tutto culmina nei trattamenti specifici rappresentati da : Criolipolisi , Ultrasuoni focalizzati, Carbossiterapia, Biodermogenesi, Mesoterapia, Cavitazione e/o Radiofrequenza con vacuum e infrarosso.

Scopri le tecniche utilizzate nel nostro centro

Carbossiterapia
RadioFrequenza
Cavitazione
Mesoterapia

Abbiamo sempre la soluzione  per chiunque.

Diodo, Alessandrite o Luce Pulsata?

jhbh

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’errore che più frequentemente si commette, è quello di pensare che sia sufficiente sottoporsi all’azione di un generico laser o di una qualsiasi luce pulsata per risolvere  il problema dei peli in eccesso.

LASER O LUCE PULSATA? Cosa scegliere e perchè

Molte persone, volendo risolvere il problema dei peli in eccesso, si interrogano su quale sia il sistema di fotoepilazione  più efficace, e quindi se  è meglio sottoporsi a trattamenti Laser oppure di Luce pulsata ( IPL ). A tal riguardo, è stato dimostrato che Laser ed Luce Pulsata funzionano ugualmente bene, per cui il problema non è sapere se funziona meglio la Luce pulsata rispetto al Laser o viceversa, bensì  sapere quali sono che i laser e luci pulsate che realmente funzionano.

CHIARIAMO LE IDEE !

La prima cosa che è necessario sapere è che le attrezzature per Fotoepilazione, sono raggruppate in due diverse categorie: ad elevata potenza e depotenziate. Nella categoria delle attrezzature ad elevata potenza rientrano Laser e Luci Pulsate mediche, mentre in quella delle attrezzature depotenziate rientrano Laser Diodo e Luci Pulsate estetiche. Infatti il campo di azione delle estetiste, per legge, è limitato all’utilizzo di Laser Diodo e Luci Pulsate a potenza ridotta, secondo quanto regolamentato dal D.L. 110 del 2011.  

Una tale distinzione ha un notevole risvolto pratico, perchè sottoporsi a trattamenti con attrezzature depotenziate significa ottenere risultati visibili, non da subito come spesso affermato, ma solo dopo 12- 18 sedute. Al contrario trattamenti eseguiti con attrezzature ad elevata potenza danno ottimi risultati dopo solo 6 – 8 sedute.

QUALE TECNICA UTILIZZIAMO NEL NOSTRO CENTRO ?

Nel nostro centro utilizziamo tutte le attrezzature perchè l’esperienza ci ha insegnato che alcuni casi è meglio affrontarli con i Laser, mentre altri con la Luce Pulsata.

In particolare utilizziamo il laser diodo nei soggetti con pelo di colore nero … Utilizziamo invece la luce pulsata o il laser 760 se i peli  sono sottili, biondi o molto chiari, in quanto il diodo agisce male su questi tipi di peli.

Nei trattamenti viso, al fine di ottenere un contemporaneo effetto ringiovanente della pelle con eventuale schiarimento delle macchie, associo la luce pulsata al laser. In altri termini: utilizzo l’una o l’altra attrezzatura in dipendenza della stagione,  del fototipo , del colore e dello spessore del pelo, oltre che dello stato di invecchiamento della pelle e della eventuale presenza di macchie o acne.

Trattiamo infine i soggetti con pelle scurissima con il laser Nd-Yag che risulta il più sicuro per questi fototipi

In altri termini : non un solo laser per tuttti, ma tanti laser diversi ognuno adatto per pazienti diversi.

 

LASER O LUCE PULSATA? Cosa scegliere e perchè

sign

FOTOEPILAZIONE

LASER O LUCE PULSATA? Cosa scegliere e perchè

Molte persone, volendo risolvere il problema dei peli in eccesso, si interrogano su quale sia il sistema di fotoepilazione  più efficace, e quindi se  è meglio sottoporsi a trattamenti Laser oppure di Luce pulsata ( IPL ). A tal riguardo, è stato dimostrato che Laser ed Luce Pulsata funzionano ugualmente bene, per cui il problema non è sapere se funziona meglio la Luce pulsata rispetto al Laser o viceversa, bensì  sapere quali sono le attrezzature che realmente funzionano.

CHIARIAMO LE IDEE !

La prima cosa che è necessario sapere è che le attrezzature per Fotoepilazione, sono raggruppate in due diverse categorie: ad elevata potenza e depotenziate. Nella categoria delle attrezzature ad elevata potenza rientrano Laser e Luci Pulsate mediche, mentre in quella delle attrezzature depotenziate rientrano Laser Diodo e Luci Pulsate estetiche. Infatti il campo di azione delle estetiste, per legge, è limitato all’utilizzo di Laser Diodo e Luci Pulsate a potenza ridotta, secondo quanto regolamentato dal D.L. 110 del 2011.  

Una tale distinzione ha un notevole risvolto pratico, perchè sottoporsi a trattamenti con attrezzature depotenziate significa ottenere risultati visibili, non da subito come spesso affermato, ma solo dopo 12- 18 sedute. Al contrario trattamenti eseguiti con attrezzature ad elevata potenza danno ottimi risultati dopo solo 6 – 8 sedute.

QUALE TECNICA UTILIZZIAMO NEL NOSTRO CENTRO ?

Nel nostro centro utilizziamo entrambe le attrezzature perchè è stato visto che alcune persone rispondono meglio al Laser, mentre altre alla Luce Pulsata, ma soprattutto perchè l’esperienza ha insegnato che alcuni casi è meglio affrontarli con il Laser, mentre altri con la Luce Pulsata.

In particolare utilizziamo il laser diodo nei soggetti con pelo di colore nero … Utilizziamo invece la luce pulsata  se i peli  sono sottili, biondi o molto chiari, in quanto il diodo agisce male su questi tipi di peli.

Nei trattamenti viso, al fine di ottenere un contemporaneo effetto ringiovanente della pelle con eventuale schiarimento delle macchie, associo la luce pulsata al laser. In altri termini: utilizzo l’una o l’altra attrezzatura in dipendenza della stagione,  del fototipo , del colore e dello spessore del pelo, oltre che dello stato di invecchiamento della pelle e della eventuale presenza di macchie o acne. In altri termini :  AVERE ENTRAMBE LE ATTREZZATURE E’ ESSENZIALE PER OTTENERE TRATTAMENTI DI SUCCESSO !

 

Radiofrequenza Corpo

Radiofrequenza corpo

La radiofrequenza corpo, tra i trattamenti rassodanti, è una delle tecniche più richieste perchè molto efficace, piacevole ed indolore. Viene eseguita con speciali macchinari che emettendo onde radio, sono in grado di portare al rassodamento globale della pelle del corpo, favorendo la riduzione della cellulite.

È un trattamento non invasivo che sfrutta le onde elettromagnetiche per generare energia termica  in grado di arrivare agli strati più profondi dei tessuti. Il primo effetto benefico è rappresentato da un aumento della circolazione profonda, aumento dell’ossigenazione dei tessuti e stimolazione del drenaggio linfatico.

Si possono sottoporre alla RF tutte le persone tra i 18  ed i 65 anni, che presentano problemi di lassità dei tessuti in diverse zone del corpo,  ma  in assenza di patologie cardiache e dermatologiche o problemi di pelle particolarmente sensibile.

Questo trattamento è ideale per chi vuole agire in modo più forte su interno braccia, cosce, glutei e addome senza ricorre a bisturi e anestesie. Lo sviluppo di calore infatti modifica il collagene a livello tissutale creando un evidente effetto di miglior trama della pelle, conferendo quindi maggior tono ai tessuti.

Agisce su smagliature, molto frequenti sul corpo delle donne.

Nel nostro centro siamo dotati di una potentissima, attrezzatura che riunisce l’effetto di 4 diverse tecniche: Radiofrequenza , massaggio, Vacuum ed infrarossi.

In particolare l’effetto della Radiofrequenza viene potenziato da un contemporaneo massaggio del tessuto adiposo, aspirato all’interno di un manipolo per effetto del vacuum. Gli infrarossi agevolano lo scioglimento della cellulite e del tessuto adiposo.

Per ottenere risultati visibili e duraturi è necessario sottoporsi ad almeno 5- 8 sedute dai 30 a 40 minuti ciascuna in relazione della zona da trattare e con una cadenza di 1 applicazione ogni settimana.

Carbossiterapia cosenza

Carbossiterapia

E’ noto che l’alterazione del microcircolo è la causa principale della ritenzione idrica agli arti inferiori, ma soprattutto della conseguente cellulite.

La carbossiterapia è una delle poche tecniche realmente in grado di ridurre la ritenzione idrica e quindi la cellulite, in quanto determina un aumento del drenaggio linfatico per riattivazione del microcircolo e cioè la rete dei picoli vasi arteriosi, venosi e linfatici.

La tecnica utilizza anidride carbonica Medicale somministrata per via sottocutanea. Il suo effetto farmacologico principale è quello di determinare vasodilatazione del microcircolo con conseguente aumento del flusso sanguigno periferico per riapertura e riattivazione dei vasi chiusi e malfunzionanti.In conseguenza di quanto detto il sangue scorre più velocemente, la ritenzione idrica si diminuisce per riattivazione del drenaggio veno-linfatico e la cellulite si blocca e si riduce.

EFFETTI DELLA CO2 NEI TESSUTI
– Agisce sulla cellulite riducendo l’aspetto a buccia d’arancia
– Ha effetto lipolitico perché rompe le membrane degli adipociti
– Riattiva il microcircolo e stimola il drenaggio linfatico
– Migliora la circolazione per riapertura dei vasi chiusi e malfunzionanti
– Riduce borse e zampe di gallina dagli occhi, ridà turgore al collo e al decolletè.

La pelle del viso e di tutto il corpo diventa più tonica ed elastica. Trova applicazioni in Angiologia, Dermatologia, Ortopedia, Chirurgia e Medicina Estetica.

Nel caso illustrato, oltre a 10 sedute di Mesoterapia, Cavitazione e Rafiofrequenza, sono state eseguite 14 sedute di CO2

cavitazione prima 2dopo4

cavitazione prima1cavitazione dopo 1

Trattamenti Anticellulite

Eliminare la cellulite è possibile, ma è necessario conoscere quali sono “i trattamenti anticellulite” realmente efficaci.

Parti da questo concetto fondamentale: la cellulite si elimina solo se si agisce sulla causa che la determina e che universalmente è riconosciuta nell’alterazione del microcircolo e la conseguente ritenzione idrica.

Agire sulle cause significa partire con il piede giusto; seguire le tendenze o sottoporsi “all’innovativo trattamento” esita solo in risultati scarsi o deludenti.

E’ questo il motivo per cui, negli anni,  abbiamo selezionato ed acquistato le migliori attrezzature, tutte rivolte alla riattivazione del microcircolo ed alla distruzione non invasiva del grasso..

TECNICHE UTILIZZATE NEL NOSTRO CENTRO

Oltre alle sempre efficaci mesoterapia e cavitazione, sono  5 i nostri trattamenti TOP :

Carbossiterapia:

riduce la cellulite perchè agisce direttamente sull’alterazione del microcircolo, ovvero la principale causa che la determina.

Questa tecnica ha la capacità di riattivare la circolazione artero venosa periferica per riapertura dei piccoli vasi e riattivazione della circolazione linfatica con riduzione della stasi linfatica stessa.

Biodermogenesi:

E’ una tecnica di ultima generazione ed è la più studiata in campo universitario. Vanta infatti oltre 25.000 trattamenti eseguiti su circa 3.000 pazienti nei reparti di dermatologia e chirurgia estetica delle Università di Pisa e Pavia

Risulta efficacissima perchè, in modo non invasivo e quindi senza dolore, rompe e riduce i setti fibrosi responsabili dei noduli che caratterizzano l’aspetto a buccia d’arancia della cellulite. La Biodermogenesi inoltre, durante i trattamenti anticellulite, riduce contemporaneamente ed in modo evidente smagliature e rilassamento cutaneo.

Radiofrequenza con Vacuum:

amplifica l’effetto della carbossiterapia e della biodermogenesi

Criolipolisi:

è l’unica attrezzatura in grado di agire sulle adiposità localizzate, riducendo il grasso da pancia, fianchi e cosce senza ricorrere alla chirurgia.

Ultrasuoni Focalizzati:

agiscono su accumuli di grasso molto piccoli ed amplificano i risultati della Criolipolisi

Carbossiterapia
RadioFrequenza
Cavitazione
Mesoterapia

Trattamenti anticellulite

– Cavitazione
– Carbossiterapia
– Radiofrequenza
– Mesoterapia
– Fosfatidilcolina

Rassodamento cutaneo

– Carbossiterapia
– Mesoterapia
– Fili biorivitalizzanti
– Radiofrequenza
– Peeling

Trattamenti viso

– Filler
– Peeling
– Radio frequenza Viso
– Radio frequenza Corpo
– Tossina botulinica
– Biostimolazioni
– Carbossiterapia
– Fili di biostimolazione
– Micro needling con dermoroller